Il cielo del mese – Agosto 2012

Le calde notti di agosto sono sicuramente le più propizie per l’osservazione del cielo, non solo per le condizioni meteorologiche ma per lo spettacolo astronomico che si offre agli occhi sia di astrofili navigati che di neofiti. Nelle prime ore della sera, la Via Lattea mostra all’orizzonte sud la sua zona più densa, in direzione delle costellazioni del Sagittario e dello Scorpione, e attraversa tutto l’arco del cielo con il Triangolo Estivo esattamente allo zenit.

Lo sciame meteorico delle Perseidi è visibile per tutta la prima metà del mese, soprattutto nelle ore successive alla mezzanotte, e raggiungerà il picco tra domenica 12 e lunedì 13.

La curiosità del mese consiste nella possibilità di osservare due volte la Luna Piena, un fenomeno a cui viene dato il nome, spesso impropriamente, di Blue Moon (Luna blu).

Costellazioni

Mappa del cielo allo Zenit

Mappa del cielo in direzione Sud

Mappa del cielo in direzione Nord

Mappa del cielo in direzione Ovest

Mappa del cielo in direzione Est

Le mappe celesti sono riferite alle coordinate geografiche di Alessandria e rappresentano il cielo visibile alle ore 22.00 circa del 15 agosto 2012.

Visibilità dei pianeti

Mercurio – Osservabile dal giorno 10, raggiungerà la massima elongazione ad ovest del Sole il 16, quando sarà a 10° di altezza sull’orizzonte est mezz’ora prima dell’alba. La sua luminosità aumenterà progressivamente al passare dei giorni, ma nello stesso tempo diminuirà la sua distanza angolare dalla nostra stella.

Venere – Come “stella del mattino” (Phosphoros o Lucifero nella tradizione greca e romana rispettivamente) anticipa la levata del Sole di tre ore e mezza circa e quindi per tutto il mese domina il cielo orientale. Il giorno 15 raggiungerà la massima elongazione occidentale.

Marte – Il suo rapido moto apparente ha portato il pianeta rosso nelle vicinanze di Saturno e Spica, nella Vergine. Il trio celeste tramonta due ore dopo il Sole, per cui sarà visibile per poco tempo basso sull’orizzonte ovest-sudovest.

Giove – Lo spettacolo del cielo del mattino inizia con il gigante dei pianeti, il quale sorge molte ore prima del Sole. Ben visibile nella costellazione del Toro, accanto alla stella Aldebaran, è superato in luminosità soltanto da Venere.

Saturno – Così come per il pianeta rosso, anche per il signore degli anelli si avvicina la conclusione della stagione di visibilità. Nella costellazione della Vergine, vicino a Spica e Marte, si può osservare per due ore circa dopo il tramonto all’orizzonte ovest-sudovest.

Principali fenomeni celesti

12 – Picco massimo previsto delle Perseidi, residuo della scia di polveri lasciato dalla cometa 109P Swift-Tuttle nella sua orbita intorno al Sole. Il nome dello sciame meteorico deriva dal fatto che il radiante, il punto del cielo dal quale sembrano provenire, è situato nella costellazione del Perseo. Questa costellazione sorge all’orizzonte nord-est dopo la mezzanotte, ed è quindi la seconda parte della notte il periodo migliore per l’osservazione. La luce della Luna calante non sarà di ostacolo e si potranno ammirare fino a circa 60-100 meteore l’ora, purchè si scelga una postazione lontana da luci artificiali.

13 – La Luna in fase calante occulta Venere. Il fenomeno sarà visibile dal Nord America, con difficoltà in quanto avviene in pieno giorno.

14 – Prima dell’alba, all’orizzonte orientale ricco di astri luminosissimi, Venere e Luna si trovano separate di pochi gradi. Allineamento SaturnoMarteSpica nel cielo del tramonto in direzione ovest-sudovest. (alba tramonto)

15 – Massima elongazione occidentale di Venere: 45,8°.

16 – Massima elongazione occidentale di Mercurio: 18,7°. (mappa)

18 – Ultimo giorno teorico del mese di Ramadan dell’anno 1433 dell’Egira.

22 – Il Sole entra nel segno astrologico della Vergine, ma in realtà rimarrà all’interno dei confini del Leone fino a metà settembre.

31 – Seconda Luna Piena del mese, che nella tradizione popolare moderna viene indicata come Blue Moon. Tuttavia, l’accezione originaria è legata alle stagioni e non al calendario, più precisamente la Blue Moon identifica la terza luna piena in una stagione che, eccezionalmente, ne contiene quattro. La luna di agosto 2012 non rispetta questa regola, ma si dovrà attendere la luna piena del 21 agosto dell’anno prossimo.

 

Sole

1° agosto                                                                                                                                  Sorge 06h 11m                                                                                                                      Culmina 13h 32m                                                                                                              Tramonta 20h 53m                                                                                                                  Ore di luce 14h 41m

31 agosto                                                                                                                              Sorge 06h 47m                                                                                                                     Culmina 13h 26m                                                                                                               Tramonta 20h 05m                                                                                                                   Ore di luce 13h 19m

Fasi lunari

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...