Il cielo del mese – Agosto 2013

Il_Mediterraneo_le_Pleiadi_e_un_temporale_all_orizzonte_fullwidthL’astronauta dell’ESA Luca Parmitano, attualmente a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, ha ripreso questa suggestiva immagine che mostra il Mediterraneo con l’Italia visibile quasi per intero, la fascia dell’atmosfera terrestre, l’ammasso stellare delle Pleiadi e i bagliori di un temporale sullo sfondo a nord est. (Credits ESA/NASA)

Costellazioni

Mappa del cielo allo Zenit

Mappa del cielo in direzione Sud

Mappa del cielo in direzione Nord

Mappa del cielo in direzione Ovest

Mappa del cielo in direzione Est

Le mappe celesti sono riferite alle coordinate geografiche di Alessandria e mostrano il cielo visibile alle ore 22.00 circa del 15 Agosto 2013.

Visibilità dei pianeti

solar_system_illMercurio – Visibile all’alba a oriente fino a metà mese, diventerà poi inosservabile perchè vicino al Sole, con cui sarà in congiunzione superiore il giorno 24.

Venere – Le condizioni di osservabilità del pianeta più luminoso sono analoghe a quelle del mese precedente, rimanendo basso sull’orizzonte ovest e tramontando circa 90 minuti dopo il Sole.

Marte – Migliorano sensibilmente le condizioni di visibilità del pianeta rosso nel cielo orientale dell’alba. A inizio mese sorge due ore prima del Sole, ma a fine mese l’anticipo salirà a più di tre ore.

Giove –  Anche per il gigante dei pianeti vale quanto appena detto per Marte, dal quale non è molto distante prospetticamente e riconoscibile con maggiore facilità in quanto più luminoso. Visibile nel cielo orientale prima dell’alba, ai primi del mese sorge due ore e mezza prima dell’astro e quattro ore e mezzo il 31 .

Saturno – Al calare dell’oscurità il pianeta degli anelli è ancora ben localizzabile nella Vergine in direzione sud-occidentale, ma l’intervallo di osservabilità si riduce inesorabilmente al passare dei giorni.

Principali fenomeni celesti

06 – Luna Nuova (distanza: 401.029 km)

07 – Ultimo giorno teorico del mese di Ramadan dell’anno 1434 dall’Egira.

09 – L’allineamento apparente di Mercurio, Marte e Giove permette di localizzare con precisione la linea dell’eclittica, la linea immaginaria che definisce la proiezione sulla sfera celeste dell’orbita terrestre. Osservare 1 ora prima dell’alba in direzione est-nord-est, con l’orizzonte libero da ostruzioni (mappa)

10 – Il Sole entra nella costellazione del Leone.

11-12 – Massimo di attività dello sciame meteorico delle Perseidi. Il periodo migliore per l’osservazione, a occhio nudo e meglio se comodamente seduti, è dopo mezzanotte. Quest’anno saremo favoriti dall’assenza della Luna ma rimane essenziale, come sempre per le osservazioni celesti, la scelta di un luogo buio.

14 – Primo quarto di Luna (distanza: 374.045 km)

21 – Luna Piena (distanza: 365.348 km).

22 – Il Sole entra nel segno zodiacale della Vergine, ma in realtà è nel Leone.

28 – Ultimo quarto di Luna (distanza: 400.783 km).

Sole

                            1° agosto      15 agosto     31 agosto                                                   Sorge                  06h 11m        06h 27m        06h 46m                                                  Culmina              13h 32m        13h 30m        13h 26m                                Tramonta            20h 53m        20h 33m        20h 06m                                                           Ore di luce         14h 42m        14h 06m        13h 19m

 

Fasi lunari

Fasi Lunari ago

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...