Il cielo del mese – Agosto 2014

Nebula

La seconda delle tre immagini del progetto GigaGalaxy Zoom dell’ESO è una meravigliosa visione della zona centrale della nostra casa galattica. L’immagine, ampia 34° x 20°, è stata ripresa da Stéphane Guisard – ingegnere ESO e astrofotografo di fama mondiale – dal Cerro Paranal, sede del Very Large Telescope, e beneficia direttamente della qualità di uno dei cieli migliori del pianeta. L’immagine mostra la regione compresa tra le costellazioni del Sagittario e dello Scorpione. In evidenza la ricca e colorata regione nebulare di Rho Ophiuchi e Antares (a destra), così come le aree più scure nella Via Lattea quali la Pipe Nebula e la Snake Nebula, con la loro forma caratteristica. La fascia della Via Lattea corre obliquamente attraverso l’immagine, punteggiata da numerose e luminose nebulose, come la Laguna e la Trifida (in alto a sinistra). L’immagine è stata ottenuta con un telescopio di 10 cm di diametro e una camera CCD, assemblando 52 diversi campi stellari, per un totale di circa 1200 singole immagini raccolte attraverso tre diversi filtri (B, V e R) per un tempo di esposizione complessivo di 200 ore. (Credito: ESO/S.Guisard)

Costellazioni

Mappa del cielo allo Zenit

Mappa del cielo in direzione Sud

Mappa del cielo in direzione Nord

Mappa del cielo in direzione Ovest

Mappa del cielo in direzione Est

Le mappe celesti sono riferite alle coordinate geografiche di Alessandria e mostrano il cielo visibile a metà mese alle ore 22.00 circa.

Visibilità dei pianeti

solar_system_illMercurio – Condizioni proibitive per l’osservazione: sarà in congiunzione superiore il giorno 8 e per il resto del mese si troverà molto basso sull’orizzonte.

Venere – Dopo un lungo periodo di condizioni praticamente invariate, la finestra di visibilità del pianeta si riduce velocemente: a fine mese sorgerà poco più di un’ora prima del Sole. Da non perdere la congiunzione con Giove la mattina del 18.

Marte – Il pianeta rosso tramonta circa tre ore dopo il Sole ed è quindi visibile a sud-ovest nella prima metà della notte. Anche in agosto sarà interessante notare la diminuzione della separazione tra Marte e Saturno, fino alla congiunzione del 25.

Giove –  Ritorna visibile nel cielo orientale all’alba con condizioni di osservabilità in progressivo miglioramento: a fine mese sorge infatti 2 ore e mezza prima del Sole. Insieme a Venere sarà protagonista della spettacolare congiunzione del 18.

Saturno – Ancora posizionato nella Bilancia, le condizioni di osservabilità sono simili a quelle di Marte.

Principali fenomeni celesti

2-3-4 – La sera del 3, In direzione sud-ovest due ore dopo il tramonto del Sole, la Luna al primo quarto si trova allineata tra Marte e Saturno (mappa). Il giorno precedente il nostro satellite si trova allineato tra Marte e Spica, il giorno successivo “supera” Il pianeta degli anelli. (mappa)

04 – Primo quarto di Luna (distanza: 386.735 km)

10  Luna Piena (distanza: 356.922 km). Avendo toccato da pochi minuti il perigeo, punto dell’orbita più vicino alla Terra, la Luna ci apparirà più grande del solito. E’ quella che gli anglosassoni chiamano “Super Moon”.

11 – Il Sole entra nella costellazione del Leone.

12-13 – Massimo di attività dello sciame meteorico delle Perseidi. Il periodo migliore per l’osservazione, a occhio nudo e comodamente seduti, sarebbe dopo mezzanotte, ma purtroppo saremo sfavoriti dalla presenza della Luna quasi piena, questo mese in versione “super”.

17 – Ultimo quarto di Luna (distanza: 387.328 km)

18 – Una tra le più suggestive congiunzioni planetarie dell’anno si verifica appena prima dell’alba, poco sopra l’orizzonte orientale, tra i due pianeti più brillanti: Venere e Giove (mappa)

22 – Il Sole entra nel segno zodiacale della Vergine, ma astronomicamente parlando rimarrà nel Leone fino al 17 del mese prossimo. 

25 – Luna Nuova (distanza: 405.902 km)

25 – Dopo una lunga rincorsa, finalmente il pianeta rosso raggiunge il signore degli anelli: alle 21.30 congiunzione geocentrica tra Marte e Saturno, separati di circa 3° (mappa)

31 – E’ ancora il terzetto Marte, Saturno e Luna a offrire uno spettacolo suggestivo, in direzione sud-ovest 90 minuti dopo il tramonto del Sole. In particolare, la falce lunare crescente e Saturno sono a meno di mezzo grado di separazione. (mappa)

Sole

                              1° agosto           15 agosto           31 agosto                                       Sorge                   06h 11m              06h 27m              06h 46m                                           Culmina                13h 32m              13h 30m              13h 26m                                       Tramonta              20h 53m              20h 33m              20h 06m                                           Ore di luce           14h 43m              14h 06m              13h 20m

Fasi lunari

Fasi Lunari ago

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...